MIUR-Buona Scuola - I.I.S. Chini Michelangelo

Vai ai contenuti

Menu principale:

MIUR-Buona Scuola

La Buona Scuola

Carta del Docente (bonus 500 euro) e SPID (Identità digitale)


Da quest'anno per usufruire della Carta del Docente occorre avere una Identità digitale, detta SPID.

Quest’anno cambia infatti il sistema di erogazione del bonus di 500 euro, come annunciato nel Piano di formazione degli insegnanti e attraverso la nota del 29 agosto relativa alla rendicontazione delle spese dello scorso anno.

SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale unica.
L’identità SPID è costituita da credenziali (nome utente e password) che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online.Per richiedere e ottenere le tue credenziali SPID c'è bisogno di un documento di identità valido (carta di identità o passaporto) e della tessera sanitaria.
Servirà anche un indirizzo e-mail e il numero di telefono del cellulare che si usa normalmente (anche se non  si è l’intestatario del contratto).
Per ottenere le credenziali SPID ci si deve rivolgerti a Poste Italiane, Infocert, Sielte o Tim. Per il momento sono gratuite, ma tra un paio di anni il servizio sarà da pagare, tranne Sielte e Poste Italiane (ma solo se si è già clienti)

Info http://www.acchiappalanotizia.it/carta-del-docente-necessario-ottenere-lidentita-digitale-spid/



Per avviare la procedura andare sul sito governativo
spid.gov.it/richiedi-spid

Una volta ottenuta la SPID per poter accedere al bonus occorre registrarsi sul sito dedicato del MIUR. L’importo resta lo stesso, 500 euro, che saranno assegnati attraverso un ‘borsellino elettronico’. L’applicazione web “Carta del Docente” sarà disponibile all’indirizzo https://cartadeldocente.istruzione.it/#/  entro il 30 novembre. Attraverso l’applicazione sarà  possibile effettuare acquisti presso gli esercenti ed enti accreditati a vendere  i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma.



Ogni docente, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per l’acquisto di libri e di testi,  anche  in formato digitale,  per:

–         l’acquisto di  pubblicazioni  e  di  riviste  utili all’aggiornamento  professionale;
–         l’acquisto di   hardware   e software;
–         l’iscrizione a corsi per attività di  aggiornamento  e di qualificazione delle  competenze  professionali,  svolti  da  enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione;
–         l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
–         l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
–         l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
–         iniziative  coerenti  con  le   attività   individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti autorizzati con la semplice esibizione. COme detto, per l’utilizzo della “Carta del Docente” è indispensabile ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid) e successivamente ci si potrà registrare sull’applicazione. L’acquisizione delle credenziali SPID si può fare sin da ora. Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un’unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici (http://www.spid.gov.it/servizi).

Il nuovo sistema che parte quest’anno consentirà ai docenti di avere uno strumento elettronico per effettuare e tenere sotto controlli i pagamenti, ed alle scuole di essere alleggerite dalla burocrazia e dalle procedure di rendicontazione. Sarà possibile spendere i 500 euro a partire dall’attivazione della Carta.

Ulteriori info
http://www.orizzontescuola.it/card-degli-insegnanti-come-e-quando-spendere-i-500-euro-per-laggiornamento/



ATTENZIONE: per le somme eventualmente già spese a partire dal 1-9-2016 è arrrivata ora una nota MIUR che permette di conteggiarle nei 500 euro vedi

http://www.orizzontescuola.it/bonus-500-euro-ministero-somme-spese-dal-1-settembre-prima-della-card-potranno-essere-recuperate/


 
Torna ai contenuti | Torna al menu